admin

Home/admin

Circa admin

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora admin ha creato 13 post nel blog.

Immagini

Di |2020-06-11T14:03:31+00:0010 Dicembre, 2019|Uncategorized|

Il Prof. Paolo Euron ed io, nel 2019, abbiamo organizzato un concorso letterario sul tema dell'identità culturale, e raccolto i racconti vincitori nell'antologia: Storie dell'Est, storie dell'Ovest. La mia introduzione all'antologia è stata a sua volta un piccolo racconto, perché desideravo introdurre direttamente il lettore nell'atmosfera di Bangkok, volevo mostrargli alcune delle "immagini" che mi erano arrivate attraverso i racconti dell'antologia, o che io stessa vedevo intorno a me.  ------ I grattacieli, tutto intorno, riflettono la luce piatta di un cielo coperto, che cova uno dei frequenti acquazzoni di Bangkok. Nella casa bassa, antica dove abito io, arriva il frastuono della metropoli che si affanna a lavorare, produrre, spendere. Onde di un respiro che pompa flussi di auto, persone, motorini, autobus e metropolitane. Più forte e più lento, a seconda delle ore. I vigili fischiano, gli addetti ai parcheggi sventolano le bandierine per favorire le manovre di chi vuole entrare [...]

Guido Compagna su Primi anni a WDC

Di |2020-06-08T08:56:09+00:0029 Aprile, 2019|Uncategorized|

Guido Compagna è un giornalista che si è occupato principalmente di politica interna, raccontandola e commentandola dalle colonne de Il Sole 24 ore. In precedenza ha scritto per diverse testate italiane tra le quali Il Globo diretto da Antonio Ghirelli e Il Giornale nuovo diretto da Indro Montanelli. ------ Chissà perché la lettura di "Primi anni a WDC", il bel libro di Francesca Andreini, a me ha fatto venire in mente un grande classico della letteratura italiana: "Il barone rampante" di Italo Calvino. Lo stesso autore di "Lezioni americane". C'è certamente la freschezza del racconto e della scrittura agile e disincantata. Ma probabilmente c'è anche qualcosa d'altro. Sullo sfondo del racconto di Calvino c'è l'Europa della Rivoluzione francese e dei fatti che seguirono fino alla Restaurazione. Sullo sfondo di quello della Andreini ci sono le crisi, le difficoltà del ceto medio in Italia in Europa, in America, più in generale [...]

Regalo Edenico – festa Natale Bel Ami

Di |2020-06-09T09:39:39+00:004 Gennaio, 2018|Serate e altro|

Siamo nell’Eden, in mezzo a un incanto di fiori, ruscelli, prati verdi e alberi carichi di ogni bene. Da uno di questi il famoso serpente si sporge, sinuoso, tenendo in bocca un frutto rosso, lucido, succoso. Lo porge a Eva… maturo e pure proibito… Ovviamente lei lo acchiappa al volo e se lo porta via. Oppure lo consuma lì per lì… su questo non c’è chiarezza nelle fonti. Comunque è questo il primo regalo della storia. Eva, mangiata la mela, si accorge che forse l’ha combinata più grossa del previsto. Si è macchiata e ha trascinato con sė quel babbeo di Adamo. Via dall’eden bello, tranquillo e facile, eccoli sulla terra, a faticare per guadagnare il pane e partorire con dolore… e che dolore! La mela, insomma, era un regalo, sì, ma avvelenato! Ecco, mi pare che la stessa cosa si può dire dei regali di oggi. Tutti. Sono doni [...]

Il sacro fardello – Festa dell’estate circolo Bel ami

Di |2020-06-09T09:40:21+00:003 Luglio, 2017|Serate e altro|

Da anni ormai non mi faccio più un problema della mania che ho di portarmi tutto in vacanza. Prima mi sentivo inadeguata, piccolo borghese e anche un po’ deficiente: ma come, partire vuol dire lasciarsi tutto alle spalle, dimenticare gli affanni quotidiani, cambiare vita… e io lì incapace di staccarmi dalle solite cose. Adesso, invece, non mi faccio più nessun problema… Vantaggi della maturità, ci si comincia ad accettare così come si è. Quindi, quando insieme all’estate arriva il tanto agognato cambio di vita mi porto dietro, senza più freni inibitori, ovunque andiamo, tutte le mie nevrosi. Proprio tutte. L’insonnia, l’ansia, l’ipocondria… vuoi lasciarle a casa? E poi come fai a trovarti a tuo agio in un posto lontano e sconosciuto? Vuoi mettere, stare sveglia a rigirarti nel letto alle tre di notte a Berlino? O verificare dieci volte di aver preso il telefono e gli occhiali in Provenza? E [...]

Tasti e parole nuove – serata letture galleria GARD

Di |2020-06-08T09:03:00+00:006 Dicembre, 2016|Serate e altro|

Un vecchio computer sai quanto ci mette ad aprirsi, a collegarsi. E il tipo di spam che ci passa, la consistenza della tastiera sotto le dita, il breve sfrigolio con cui si spegne. Gli sei grato per i ricordi che condivide con te. Le immagini dei momenti felici o importanti. Le confidenze che hai scambiato nelle lettere, gli sfoghi che non hai destinato a nessuno, ma che lui ha raccolto, paziente. Lo ami per il dialogo muto fra te e il suo essere lì, a connettersi con la tua esistenza. Il mio vecchio computer era davvero vecchio. I tasti erano davvero consunti. Eppure. Non ne potevo fare a meno di quei ronzii che conoscevo. Della scorrevolezza con cui apriva i file che mi interessavano. Lo faceva con una frazione di secondo in meno di questo nuovo. Perché lui sapeva cosa volevo. E ce l'aveva già pronto. Per questo non mi [...]

Martedì prosaici

Di |2018-12-17T16:04:31+00:0018 Settembre, 2016|Serate e altro|

Il Circolo letterario Bel-Ami inaugura il suo nuovo laboratorio di Narrativa, da ottobre ogni terzo martedì del mese. Con Martedì prosaici abbiamo l’occasione di sperimentare insieme un metodo pratico per preparare nel modo più efficace lo scrittore al suo lavoro. Durante 5 incontri affronteremo gli snodi fondamentali nella concezione di un’opera narrativa: Tema, Struttura, Stile, Personaggi, Movimento. In ogni incontro analizzeremo un argomento, faremo esercizi e ci confronteremo sui loro risultati. Al termine del lavoro svolto insieme avremo delineato i tratti principali della nostra opera e ci troveremo nelle migliori condizioni per iniziare a scrivere. Incontro sul Tema (martedì 18 ottobre 2016) – Di cosa si vuole scrivere? Sappiamo di cosa stiamo parlando? E perché? Cosa contraddistingue la nostra opera dalle altre sullo stesso argomento? Una volta delineata la nostra idea ne individueremo il tema, e analizzeremo la sua influenza sulla forma. Incontro sui personaggi (martedì 15 novembre 2016) – Chi si muove nella nostra storia? Chi [...]

La prima volta che ho letto una lapide

Di |2016-03-21T11:52:30+00:0021 Marzo, 2016|Uncategorized|

Camminavo in un parco dall’erba curatissima e verde intenso. Alle spalle avevo lasciato una pista ciclabile sterrata, graziosamente curva, e gli amici che ci avevano invitato, che conversavano con mio marito. Davanti avevo un mare vasto, azzurro, liscio, e un cielo striato di nuvole leggere. Ho posato la bici e percorso alcuni passi soffici sull'erba che odorava di fresco. Sanno fare davvero bene queste cose, gli americani, pensavo. Un angolo così rilassante in questo compound dove la gente viene a distrarsi nel week end… l’ideale per lasciarsi indietro per qualche ora i vari trambusti della capitale. Pensavo a come doveva essere piacevole affittare una delle casette perse in giro nel parco e lasciarsi sedimentare l’umore un po’ alla volta nell’armonia tutta intorno. Gli occhi non sapevano staccarsi dalle poche piante disposte a cornice dello spettacolo naturale. Qualche cespuglio fiorito, qualche alberello decorativo. Un albero isolato in mezzo al prato. Sembrava [...]

Presentazione di Primi anni a WDC

Di |2020-06-09T09:09:01+00:0017 Novembre, 2015|Letture e Serate, Serate e altro|

Domenica 15 novembre 2015, nella splendida cornice dell'Enoteca Letteraria, il Circolo letterario Bel-Ami ha presentato Primi anni a WDC. Bellissima serata con Clara Cerri, Laura Andreini Salerno, Alessandra Claudio, Ilaria Galanti e Leonardo Svidercoschi. E la partecipazione calorosa di un meraviglioso pubblico.

Recensione di “Dodici posti dove non volevo andare”

Di |2018-12-17T16:04:58+00:0012 Novembre, 2015|Serate e altro|

Dodici posti dove non volevo andare di Clara Cerri Recensione di Francesca Andreini Leggendo, ho seguito Clara in dodici luoghi. Luoghi della memoria, della fantasia, della mitologia familiare. Di dolore, di amore, di consapevolezza. Dodici luoghi della mente dove non si vorrebbe andare, perché si temono i percorsi intensi, impervi, le sorprese e le rivolte della propria psiche. Posti che stanno nel nostro cuore, anima, subconscio o comunque si voglia chiamare quell’ambiente nel quale continua per sempre a sobbollire la lava del passato, il fuoco dove si gettano gli eventi presenti per poi sfrigolare nuovi significati, nuovi concetti e sentimenti trasformati. Questo è il viaggio nei dodici posti del libro. Una rilettura del presente attraverso il filtro del passato. Un filtro affascinante, quasi magico, che sa far emergere i significati più reconditi, gli aspetti celati eppure essenziali di una vicenda. Come il musicista americano che ha studiato musica rinascimentale a [...]